21/03/2020

Guana Batz

Old Farts Promotions e Midecay annunciano il ritorno dei GUANA BATZ grazie al successo riscosso nel 2018, dopo le uniche apparizioni milanesi al Prego Club (1987) e al Rolling Stone (1989), quando aprirono il live degli Stray Cats, con Boppin’ Kids e a Jack Daniel’s Lovers.

Di acqua sotto ai ponti ne è passata, da allora.
Il nome del quartetto inglese è per certo il primo che viene menzionato e ricordato, insieme a quello dei Meteors, quando si parla di Psychobilly, anche se il loro sound ha influenze evidenti di Neo Rockabilly.

Cosa dire di più, che non sia reperibile nelle biografie disponibili ovunque?
Sono ben 37 anni di carriera per loro e
Pip, Stuart, Choppy e Jared sono in formissima.
Una bomba.

Il set/show dei Guana Batz è da sempre una garanzia e trovarseli a 1 metro dalla faccia sarà adrenalina pura, una delizia per le orecchie di chi vuole farsi travolgere da brani che hanno fatto storia.
Perle come King Rat, Jungle Rumble, Streetwise, Can’t take the pressure, o la loro versione di Batman, sono autentiche palate sul muso.

La voce tagliente della band è di Pip: tatuato come un tappeto persiano e trascinatore nato, sullo stage è instancabile.
Lo accompagna quel rullo compressore di Choppy che massacra il suo contrabbasso trascinandolo per il palco molestandone le corde slappando come un martello pneumatico.
Il resto della sezione ritmica è delegato a Jared (il loro batterista americano che ha sostituito Jonny) che ha il compito di pestare come un fabbro e correre come un treno.
Stuart, è la "mente" della band (insieme a Pip) che firma i brani dei Guana Batz, riconoscibili grazie al lavoro sulla inseparabile Gretsch.

Ma nel loro set non mancano melodie più “easy” come la cover di I’m On Fire di Springsteen, o di Radio Sweetheart di Elvis Costello, la sinuosa Lady Bacon o la lenta, magica, “Wondrous Place”, in cui il pubblico (soprattutto femminile....) si ammutolisce per il pathos e l’atmosfera creata da una voce che, oltre ad essere graffiante, riesce anche ad emozionare.

Questo è il risultato di una storia che dura da ben 37 anni e che i Guana Batz hanno sigillato con album storici, tra cui vale la pena ricordare “Held down to vinyl...at last”, “Loan Sharks” e “Rough Edges”.
Lavori mai dimenticati, insieme agli altri della loro discografia (9 lp più diversi singoli e partecipazioni) considerati pietre miliari tra i cultori di questo universo musicale.

Venite e scopritelo da voi.

https://www.facebook.com/GuanaBatzAreGo/

Consigliamo di sottolineare il 21 marzo sul calendario, in quanto la data è esclusiva e, soprattutto, rara per i Guana Batz che sono difficilissimi da vedere, qui da noi.

Vi aspettiamo davanti al palco del Serraglio per urlare con Pip “THERE’S A KING RAT!!” prima di scatenare un wreckin’ pit epocale.

Ci saranno, ovviamente, altre novità sulla serata riguardanti la band di apertura e il dj set che sono ancora da confermare.
Quindi, come si usa dire, stay tuned!

Cheers bastards!

➡ SERRAGLIO
Via Gualdo Priorato 5 - Milano (zona Ortica)
Segui il link: bit.ly/2ajGUSH

Il Serraglio è raggiungibile con i mezzi: LINEE 5 / 54 / 39 / 75, o in auto: uscita tangenziale est VIA RUBATTINO.

La 54 passa tutta la notte e la fermata è a 3 minuti a piedi dal locale!

➡ NECESSARIA LA TESSERA ACSI:
Per accedere al Serraglio è necessaria la tessera ACSI. Sul nostro sito trovate il modulo da stampare e compilare, ritirerete la tessera direttamente in cassa.
[ http://www.serragliomilano.org/ ]
Tessera annuale al costo di 6€ fino a dicembre 2020. Il pagamento della tessera verrà effettuato alla cassa ed è indipendente dal prezzo del biglietto.
All'interno dell'Associazione BANCOMAT DISPONIBILE.

Scopri di più

TESSERAMENTO

Effettua online la richiesta di tesseramento !

COMPILA PRETESSERAMENTO

Dove Siamo

Via Gualdo Priorato 5, Milano