02/03/2017

Umberto Maria Giardini

Dopo il notevole riscontro di pubblico e stampa ottenuto con “la dieta dell’imperatrice” e successivamente con l’album protestantesima torna con il suo attesissimo 3° album Umberto Maria Giardini, di sicuro uno tra i migliori musicisti della scena italiana passata e presente e della musica che nel nostro paese ancora oggi conta.
Un disco che ripercorre e approfondisce l’esperienza dei due lavori precedenti ma che in qualche modo affonda ancor di piu’ la lama nella sua scrittura sempre efficace, diversa e soprattutto autentica.
Un suono divenuto piu’ tagliente ma vellutato quando occorre
il tutto a condimento di dieci episodi desideranti e allo stesso tempo desiderati ansiosi di espandersi nel vuoto infinito ma anche di implodere in se stessi.
Un attitudine ancor piu’ elettrica rispetto ai lavori precedenti
sempre piu’ spostata verso gli estimatori di quella eleganza e un po’ retro’ che tanto ha contraddistinto il nuovo ciclo di questo artista bolognese d’adozione nella fase oramai quinquennale del post-moltheni.
Facile diviene dunque scoprire la vivacita’ e la consapevolezza di colui che di marginale e ripetitivo non ha davvero nulla, anche a paragone di tutti i nomi piu’ conosciuti del panorama rock italiano degli ultimi decenni.
FUTURO PROXIMO o e’ pertanto da definire come album dall’anima nuova dinamico, sbilenco, nonche’ padrone di quella zona d’ombra tanto amata dagli estimatori di progetti internazionali come Smiths, Sant Vincent e anna calvi.
Umberto Maria Giardini ancora una volta coniuga il buon gusto
all’eclettismo di colui che si adopera con le sei corde e con la sua voce al solo scopo di far bene e di stupire, ancora oggi riuscendoci.

“FUTURO PROXIMO”
Figlio naturale di Protestantesima, ma come giusto che sia anche di un nuovo ciclo strettamente legato ai tempi che cambiano, il nuovo album di UMG splende di luce propria e illumina. Dieci nuove traccie dove la scrittura si complica assumendo talvolta un sapore prog moderno e un rock disilluso, toccante e autorevole. Traiettorie geometriche mai banali, incastri e melodrammaticità di velluto costituiscono gli ingredienti perfetti per questo lavoro maturo e a suo modo diverso dai precedenti. Ancora una volta gli orizzonti sonori risultano nitidi, ma in Futuro Proximo si osa ancora di più, fino a sporgersi ai confini dell’oblio dove la malinconia regna regina insieme alla consapevolezza di un mondo sempre più artificiale e moderno che perde colpi. Album decisamente elettrico e dotato di grande carisma sia nei suoni che nel linguaggio Futuro Proximo può considerarsi il capolavoro assoluto di UMG, un reticolato in cui la mente si perde per poi ritrovarsi rinnovata negli episodi più austeri e veloci del disco. Solo per chi dalla musica italiana odierna si aspetta quel valore aggiunto di stretta parentela tra qualità e credibilità artistica.

La Tempesta dischi / Belive

NECESSARIA LA TESSERA ACSI:
Tessera annuale al costo di 5€ valida per tutto l'anno solare. Il pagamento della tessera verrà effettuato alla cassa ed è indipendente dal prezzo del biglietto.

Scopri di più

TESSERAMENTO

Effettua online la richiesta di tesseramento !

COMPILA PRETESSERAMENTO

Dove Siamo

Via Gualdo Priorato 5, Milano